Atrofia muscolare: arriva lo "Smart" al Ruggi d'Aragona di Salerno

rassegnaIncontro fra il pool di medici dell’ospedale di Salerno “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” e le associazioni “Famiglie SMA” e “SMAiSOLI”, primo di una serie di appuntamenti che nel giro di qualche settimana consentiranno alla città di Salerno di entrare a far parte di un network nazionale per la diagnosi e la cura dell’Atrofia Muscolare Spinale.

{loadposition addthis} Il team di medici coinvolti, con a capo il dottor Maurizio Tenuta, neurologo presso l’ospedale di Salerno e responsabile provinciale per le malattie rare, entrerà così a far parte del Progetto SMArt dedicato al potenziamento/realizzazione di uno sportello di accoglienza medico/sociale al fine di favorire la ricerca, diagnosi, cura e supporto territoriale agli affetti da atrofia spinale (Sma) e alle loro famiglie ospitanti. Famiglie Sma interverrà fornendo conoscenze, competenze tecnico-professionali e know-how di supporto all’attività principale svolta dall’Ente Ospitante…[]…Il principale elemento innovativo del progetto è rappresentato dal fatto che un’associazione di pazienti propone, organizza e finanzia la realizzazione di un nuovo servizio del SSR nell’ambito di una Azienda Pubblica, assumendosi gli oneri necessari all’attivazione, alla formazione e all’accompagnamento dei suddetti servizi…leggi tutto

fonte: le Cronache del salernitano

FacebookTwitter